venerdì 17 giugno 2016

Recensione - VOLEVO ESSERE SAILOR MOON - Federica D'Ascani



Formato: Formato Kindle
Lunghezza stampa: 110
Editore: Rizzoli (14 aprile 2016)
Prezzo : 2,49 euro


Perché a volte per trovare il principe azzurro servono i poteri magici!

Bea sarebbe una ragazza solare. Ma lavora per i quattro malvagi delle tenebre, è fidanzata da anni con Emiliano, ha una vita grigia e piatta quanto può esserlo un pollo ai ferri, e la sua amica Daniela non perde occasione di rimarcarlo. Però a Bea basta parlare al telefono con Simone, il nuovo collega della sede di Rimini, perché il suo cuore batta impazzito. Il Tuxedo Mask romagnolo, con la voce roca e il temperamento esplosivo, sembra uscito direttamente da un sogno, e quando finalmente Bea lo incontra dal vivo è magia. Non importa che gli occhi di Simone non siano azzurri come quelli del bel Cavaliere della Luna… Bea ne subisce il fascino come fosse Sailor Moon: tredicenne, imbranata, innamorata. Ma la vita reale è lì che incalza, con le figuracce sul lavoro, il fidanzato sbiadito, la canasta a Natale, e un’amica che nasconde qualcosa di grosso… eppure forse è proprio in un momento così che bisogna trovare il coraggio di fidarsi di un cavaliere misterioso. E liberare la guerriera impacciata ma grintosa che si nasconde dietro alla maschera dell’impiegata seria e posata.
Dall'autrice di “L’istinto di una donna” e “Splendido come il sole di Tulum”, una commedia brillante e audace, magica e appassionata, e sorprendentemente divertente. Com’è l’amore quando è quello vero.



" Sospirò, quindi si impose di essere felice di quello che aveva, senza tanti psicodrammi come le ragazzine di terza media. Dio, possedeva tutto quello che aveva sempre desiderato, perché provava l'impulso di rovinare ogni cosa ?"

Un libro fresco, incalzante, ironico e intimo che narra l'amicizia di due donne e le loro pene amorose; un acquerello di emozioni ed eventi che, quasi magicamente, prenderanno il controllo della loro vita, sbaragliandola per un attimo, per poi ricalibrarla su nuove coordinate. 
Scorrono veloci queste pagine, tra situazioni e personaggi ben costruiti, colpi di scena ricchi di pathos e dialoghi esilaranti che, solo due grandi amiche come Bea e Daniela, possono condividere, senza mai annoiare il lettore. 
L'incipit delle prime pagine ci coinvolge direttamente nella storia senza preamboli, presentando le due protagoniste con due caratteri ben definiti. A rafforzare queste due personalità, particolarmente realistiche, ci viene in aiuto il lessico utilizzato in questa prima parte del romanzo, a mio avviso, un po' colorito, ma che rende i dialoghi e i rapporti estremamente veritieri.
Ciò che ha reso questo libro speciale ai miei occhi, è stata proprio questa veridicità delle esperienze di vita che Federica D'Ascani narra con una semplicità quasi disarmante. Una storia d'amore consumata dalla routine quotidiana, l'appiattirsi delle emozioni e delle passioni, il porto sicuro dove attraccare ogni sera tornando a casa dal lavoro, un corteggiamento che non c'è più da tempo... sono tutte esperienze umane di comuni mortali.
Ma poi, all'improvviso, qualcosa cambia... Una voce al telefono risveglia qualcosa che era sopito, il cuore torna a pulsare e, in quel preciso e meraviglioso momento, ci accorgiamo che era da tempo immemore che non lo sentivamo, il suo ritmo, il suo ticchettio, il suo calore... Troppo, troppo tempo davvero.
E allora, debolmente, come quasi in un sussurro, un bisogno si fa strada in quel cuore nuovamente in movimento, prima lento e delicato, poi, impellente e intenso, sempre più urlante... Il bisogno di uscire dalla propria zona sicura e OSARE, OSARE IL CAMBIAMENTO.

" Però sentiva che era giusto tenere il punto, giusto spuntarla anche su un argomento sterile. Perché le donne, purtroppo, avevano ancora bisogno di combattere per affermare il loro diritto di appartenenza e di uguaglianza. "

Ho apprezzato questo libro soprattutto per la freschezza narrativa e per l'ironia con la quale Federica ha affrontato il romanzo, un'ironia che permette di portare all'attenzione del lettore temi importanti con la leggerezza che, a volte, dovremmo fare nostra.

Buona Lettura

Daniela!!