mercoledì 29 giugno 2016

Recensione: Seeker - Arwen Elys Dayton

Titolo: Seeker
Editore: Sperling & Kupfer 
Collana: Pandora
Cartaceo: €18.90
Data di uscita: 3 maggio 2016
Pagine: 416
Benvenuti nel mondo di Seeker!
Essere Seeker è un onore, una missione, un destino, che la giovane Quin Kincaid, oltre ad averne diritto per nascita, ha saputo conquistare e meritarsi. 

È tutta la vita che si prepara a questo momento e finalmente è arrivato. A mezzanotte, alla Pietra Sacra, Quin pronuncerà il giuramento,come molte generazioni della sua casata prima di lei.
Allora sarà una Seeker, condividerà con i suoi antenati i nobili doveri che questo comporta e potrà combattere al fianco dei suoi compagni, Shinobu e John - il ragazzo di cui è innamorata nonché suo migliore amico - per rendere il mondo un posto migliore. 
Insieme, porteranno la luce nel cuore delle tenebre e le loro imprese entreranno nella leggenda.

Il futuro di Quin è già scritto. Ed è semplicemente glorioso.
Ma, subito dopo la cerimonia, cambia ogni cosa. Perché essere un Seeker non è quello che Quin credeva. E non lo è nemmeno la missione, la sua famiglia, i suoi amici, il ragazzo che ama... 

È tutto una terribile menzogna. Ormai però è troppo tardi per tornare indietro.
Il primo, adrenalinico capitolo di una straordinaria serie, Seeker, contesa dagli editori di tutto il mondo e in corso di pubblicazione in 16 Paesi.
Arwen Elys Dayton ha condotto accurati studi per mesi prima di scrivere i suoi romanzi. 
Le ricerche l'hanno portata in giro per il mondo, dalle grandi piramidi d'Egitto a Hong Kong, passando per la Scozia e i suoi castelli. 
L'autrice vive con il marito e i tre figli sulla costa occidentale degli Stati Uniti.

Carissimi lettori,
finalmente rieccomi. Perdonate la mia assenza, ma tra stesure di nuovi romanzi e presentazioni, mi è stato impossibile gestire il blog. Per questo, l'ho lasciato nelle sicure mani delle mie collaboratrici, che hanno continuato ad aggiornare i contenuti.
Oggi vi parlo di un libro che ho ricevuto nel mese di maggio e ringrazio la Sperling&Kupfer per il graditissimo omaggio. Mi riferisco a Seeker, romanzo per il quale ho da subito avuto altissime aspettative fin dall'inizio.
Rapita dalla cover, per nulla banale, ho deciso di leggerlo. Devo dire che la mia intuizione è stata giusta perché il romanzo non mi ha deluso. 

"Le leggi sono semplici. Ma chi le trasgredisce va punito con la morte.
Prima legge: al Seeker è proibito prendere l'athame di un'altra casata.
Seconda legge: al Seeker è proibito uccidere un altro Seeker, se non per legittima difesa.
Terza legge: al Seeker è proibito fare del male agli esseri umani."

Ambientato tra Scozia e Hong Kong, Seeker ci mostra uno scenario vivido e ricco. Nonostante in realtà la Dayton non inventi nulla del genere, la sua opera risulta lontana dai soliti cliché e si diversifica da molte altre letture. 
La protagonista della storia è una giovane combattente e volitiva, di nome Quin. Lei è destinata a essere una Seeker, compito tanto ambito quanto complesso. Un Seeker difende, combatte, ma soprattutto è depositario di potere e segreti. E sono proprio questi ultimi che aleggiano per tutta la storia. La giovane, infatti, crede di conoscere il suo destino e di sapere cosa esattamente comporti appartenere ai Seeker. Tuttavia, quando compirà il suo giuramento presso Pietra Sacra, comprenderà che tutto ciò in cui credeva è un fatuo inganno. 
Come sempre, Quin si troverà ad avere dei compagni di viaggio: suo cugino Shinobu e il suo innamorato John. Anche quest'ultimo è inizialmente destinato a diventare un Seeker, ma il padre di Quin, ritenendolo indegno del compito e della figlia, lo allontana.
La Dayton ci mostra un mondo di caste, in cui onore e obbligo prevaricano sui sentimenti reali.
L'innovazione (se così vogliamo definirla) del romanzo sta nell'aver mescolato più elementi, fondendoli in un unico nuovo genere. Armi sci-fi si incontrano a metà strada con spade e altre armi tipicamente attribuite al fantasy tradizione. E non solo, anche l'ambientazione risente di queste influenze, tanto che all'inizio ho avuto difficoltà a collocare temporalmente e geograficamente la storia. Veniamo ai personaggi. Fatta eccezione per qualcuno caratterizzato meno, Quin si propone come un'eroina forte e molto più matura rispetto ad altri personaggi con la sua età. E devo dire che adoro le protagoniste decise e combattive.
La trama si snoda attraversando misteri, complotti, inganni. Si sviluppa in maniera fluida, anche se devo ammettere che verso la metà ho avvertito un rallentamento del ritmo. In effetti, per certi versi, il romanzo scorre a singhiozzi: a tratti è fluido, altri è più lento. Piccola pecca: mi aspettavo una rivelazione folgorante o qualcosa che mi scuotesse e invece non è arrivato nulla di ciò che mi auspicavo. Poco male, Seeker resta una lettura interessante e piacevole. 
E già che ci siamo, è appena uscito il secondo volume. Credo che lo leggerò, perché ci sono troppe domande che meritano risposte. Per ora la Dayton ha conquistato una lettrice. Lo consiglio!
Un bacio d'inchiostro,

Alessia