mercoledì 9 marzo 2016

Recensione: La ricetta segreta per un sogno - Cebeni Valentina

Cebeni Valentina
La ricetta segreta per un sogno 
Narratori Moderni 
352 pagine 
€ 16.90 
ISBN 978881168860-0
Un'isola lontana in cui tutto è possibile.
Dove il vento parla di antichi misteri.
Solo la magia dei dolci può svelarli.

Il primo profumo che Elettra ricorda è quello del pane appena sfornato e dei biscotti speziati. Nella panetteria in cui è cresciuta ha imparato da sua madre che il cibo è il modo più semplice per raggiungere il cuore delle persone. Ma adesso che lei non può più occuparsi del negozio e ha lasciato tutto nelle mani di Elettra, i suoi dolci non hanno più questo potere. E tutte quelle domande rimaste in sospeso tra loro non hanno una risposta. Domande su un passato che la donna non ha rivelato a nessuno, nemmeno a lei, sua figlia. Elettra, persa e smarrita, sente di non avere altra scelta: deve fare luce su quei silenzi. Eppure in mano non ha altro che una medaglietta con inciso il nome di un'isola misteriosa, e una ricetta: quella dei pani all'anice che sua madre cucinava per sconfiggere la malinconia e tornare a sorridere. Proprio quei dolci le danno la forza per affrontare il viaggio verso l'isola del Titano, un pezzo di terra sperduto nel Mediterraneo la cui storia si perde in mille leggende. Se su un versante la vita scorre abitudinaria, sull'altro solo cortei di donne vestite di nero solcano stradine polverose che portano al mare. Un luogo in cui ogni angolo nasconde un segreto, una verità solo accennata. Un luogo in cui risuona l'eco di amori proibiti e amicizie perdute. Ma Elettra non ha paura di cercare, di sapere. Deve scoprire come mai il vento dell'isola porta con sé gli stessi sapori della cucina di sua madre, la stessa magia dei suoi abbracci che la facevano sentire protetta quando era bambina. Deve scoprire il legame tra la donna più importante della sua vita e quel posto. Perché solo così potrà ritrovare sé stessa. Solo così Elettra potrà credere di nuovo che cucinare è un gesto d'amore e che davvero esiste una ricetta per non dimenticare mai di sognare. La ricetta segreta per un sogno è un caso editoriale internazionale venduto in tutta Europa. Un romanzo indimenticabile sul potere del cibo e sulla forza del passato. Un romanzo capace di trasportare su un'isola affascinante e segreta in cui tutto è possibile. Un romanzo su una donna alla ricerca delle proprie radici.
Valentina Cebeni vive a Roma dal 1985, anno della sua nascita, ma ha il mare della Sardegna dei suoi nonni nel cuore. Appassionata di storie sin dall'infanzia, ha un grande amore per la cucina, nato proprio per riscoprire i legami con le radici della sua famiglia.
Cari lettori,
eccomi con la recensione di un libro meraviglioso. E sì, esordisco così, perché non posso aspettare la fine del commento per comunicarvelo. Ringrazio la casa editrice Garzanti per la copia omaggio e ringrazio Valentina, per aver scritto un romanzo come questo.
La ricetta segreta per un sogno mi ha stregato dalle prime pagine, tra cui aleggiava già un mistero quasi palpabile. Mistero che, si è infittito proseguendo la lettura, inducendomi a voltare una pagina dietro l'altra, divorando le parole per scoprire la verità. E qui di verità taciute, celate, rimosse ce ne sono tante. Il lettore si troverà a porsi tante domande, appagate poi alla fine.
La protagonista di questa storia è Elettra, curiosa e determinata. Ho amato la tua caratterizzazione, ecco un personaggio con un certo peso che non stanca il lettore e lo ammalia. Elettra è crescita sognando una vita che non le appartiene, con l'ombra di una madre che si aspettava da lei che proseguisse la passione materna. Quante giovani si sono trovate nella sua situazione e non si può non entrare subito in empatia con lei. La madre di Elettra aveva una panetteria, creava vere meraviglie di pane che scioglievano il cuore. La giovane, nel momento in cui la madre è incapace di prendersi cura dell'attività, si sente inadeguata e avverte il peso dell'eredità materna. 
A un certo punto l'attività fallisce ed Elettra si trova a mettere tutto in discussione. La visita a una misteriosa donna le apre nuovi orizzonti e la spinge dove non avrebbe mai immaginato. Un biglietto trovato in un cassetto per l'Isola del Titano è il principio di tutto. Elettra parte, perché la misteriosa donna le ha suggerito di offrire alla santa protettrice del luogo, dei panini all'anice come omaggio affinché intercedesse per la guarigione di sua madre.
E da qui, il cammino della giovane sarà disseminato di segreti. Elettra incontrerà l'amore, un amore conteso e desiderato; incontrerà la verità, crudele e nuda; incontrerà il dolore della perdita, così come il senso di colpa e poi il perdono. Ma al termine del viaggio, Elettra ritroverà se stessa e il suo posto nel mondo. 
Sapete che non amo svelarvi le trame, altrimenti che gusto ci sarebbe? Ma sappiate che ho amato questo libro e che è stato in grado di ridurmi in lacrime. Non accadeva da almeno un anno che un libro mi commuovesse così.
Ho apprezzato lo stile di Valentina, curato, poetico a tratti, preciso. Eccezionale l'intreccio che scoprirete. È come se l'autrice ci avesse offerto una storia dentro l'altra, incastrandole a regola d'arte con la minuzia di un mosaicista. Sorprendente la verità su sua madre, le sue origini e l'identità della ragazza che Elettra troverà una giunta al Convento dell'isola.
Un romanzo questo che inneggia il potere dei ricordi e la passione per le cose semplici. Un libro potente per i sentimenti che cavalcano pagina dopo pagina. 
Apprezzatissime le ricette che la Cebeni ci lascia di tanto in tanto, che ci fanno avvertire il confortante odore di pane caldo, insieme a quello speziato dell'anice. Credo che le seguirò tutte, per ritornare nel mondo dell'autrice, ogni volta che vorrò.
Questo romanzo porta con sé il profumo, la visione, l'emozione.
I miei complimenti a Valentina, che guadagna cinque calamai meritatissimi.
Un bacio d'inchiostro.