martedì 19 gennaio 2016

Recensione: Luolo - Elisabetta Morandi


LUOLO
di Elisabetta Morandi
Illustrazioni di Ronny Gazzola
Cartonato 16x23
64 pagine a colori
ISBN: 978-8898-755-13-4
Giungendo nei pressi del castello di Orlando, la prima volta che Luolo vede la sua immagine riflessa in un fossato, scoppia in un urlo terrorizzato: è talmente fifone da aver paura perfino di se stesso! Per fortuna accorre ad aiutarlo Orlando, un vecchio gufo reale un po' scorbutico ma di cuore. Luolo è in condizioni pietose: il suo lenzuolo è lurido e tutto strappato. Orlando decide, allora, di portarlo da Camilla, una contadina che vive vicino al castello di Orlando, per dargli una ripulita.
Una volta lindo e nuovo di zecca, Orlando accompagna il piccolo fantasma dal mulino abbandonato di Leopold, un grosso spettro con un senso dell'umorismo un po' lugubre che ama spaventare la gente: Orlando chiede a Leopold di insegnare a Luolo qualche "trucco del mestiere". Purtroppo, questo compito si rivela molto arduo: Luolo ha troppa paura per poter anche solo pensare di spaventare qualcun altro! Il piccolo fantasma confida di voler, piuttosto, essere uno spettro "da fracasso".
Ritornati al castello di Orlando, il vecchio gufo annuncia una sinistra notizia: intorno al maniero stanno accadendo cose strane, vi è un continuo andirivieni di gente, e ben presto si scoprirà che degli investitori vogliono trasformare il castello in un hotel e i territori vicini in un campo di golf!
Orlando e la compagnia non staranno certamente a guardare: aiutati da strani personaggi, come la gattina nera Luna, la biscia di fiume Calendula, le "Tre Grazie", il corvo Kraki e una nutrita famigliola di topi e pipistrelli, riusciranno i nostri eroi a impedire che il castello di Orlando venga raso al suolo?
E soprattutto, riuscirà Luolo a scacciare definitivamente le proprie paure e a diventare un vero e proprio fantasma di successo?
Buongiorno lettori,
oggi voglio condividere con voi la recensione di un illustrato che mi è entrato nel cuore. Mi riferisco a "Luolo" di Elisabetta Morandi.
Mi sono avvicinata a questo libro perché rapita dall'illustrazione in copertina. 
Così l'ho chiesto alla Edicolors che gentilmente me lo ha inviato. Pertanto, grazie allo staff per la cortesia.
Veniamo al libro. 
La prima cosa che colpisce è la bellezza delle illustrazioni. Sono rimasta con lo sguardo sulle pagine per un bel po', incapace di distogliere gli occhi. Ronny Gazzola ci delizia con illustrazioni davvero meravigliose, dai toni scuri e dal tratto poetico. I miei complimenti a lui, perché ha reso prezioso questo volume.
La storia è scritta con uno stile fluido che consente ai piccoli lettori ( e non solo) di leggerla in un soffio. Come avrete capito, il protagonista è il piccolo Luolo, un fantasmino che al principio non sa nemmeno di essere tale. Il singolare nome gli viede dato da Ornando, il gufo sapiente e gentile che si prende cura di lui.
Luolo è pieno di paure, teme persino se stesso e detesta essere un fantasma. Grazie a Orlando e ad amici fedeli, riuscirà a cambiare e ad accettarsi. Ho trovato l'idea azzeccata, in un tempo in cui persino i bambini rincorrono modelli esterni e perdono identità. Luolo insegna loro a scoprirsi e ad accettarsi e soprattutto a vincere le paure che, perdono il loro potere se affrontate. L'amicizia ha un ruolo importante, è proprio questo valore a infondere forza e coraggio al piccolo protagonista. 
In appena sessanta pagine vivrete un'avventura che vi scioglierà il cuore e vi rapirà.
L'ho adorato e ve lo consiglio di vero cuore.
Da Anima d'Inchiostro prende cinque calamai.
Scopritelo, ne vale davvero la pena.
Un bacio d'inchiostro.