mercoledì 16 settembre 2015

Recensione: Hugo e Rose - Bridget Foley

Collana: 
Area geografica: 
Letteratura degli Stati Uniti
Traduzione: 
Nello Giugliano
ISBN: 
9788866326731 
Pagine:
336 
Data di pubblicazione: 
10 settembre 2015 
Prezzo di copertina 
€18,00 
Prezzo scontato 
€15,30 

Rose è delusa dalla sua vita pur non avendone motivo: ha una bella famiglia e una deliziosa casa in un bel quartiere. Ma per Rose questa vita ordinaria è messa in ombra dalla sua altra vita, quella che vive ogni notte nei suoi sogni. Da bambina, in seguito a un incidente, ha iniziato a sognare una meravigliosa isola ricca di avventure. Su quest’isola non è mai stata sola: c’è sempre stato Hugo, un ragazzo coraggioso che cresce assieme a lei negli anni fino a diventare il suo eroe. Ma quando Rose incontra casualmente Hugo nella vita vera i suoi sogni e la vita reale cambieranno per sempre. Si trova infatti davanti l’uomo che ha condiviso le sue incredibili avventure in luoghi impossibili, che è cresciuto assieme a lei, ma ambedue sono molto diversi da come si erano immaginati. Il loro incontro casuale dà il via a una cascata di domande, bugie e a una pericolosa ossessione che minaccia di rovesciare il mondo di Rose. Lei vorrà veramente perdere tutto ciò che le è caro per capire lo straordinario rapporto che li unisce? 
Sorretto da un’immaginazione vibrante e da una scrittura poetica, Hugo e Rose è un romanzo che resterà impresso a lungo nella mente dei lettori.
Cari lettori,
oggi recensisco "Hugo e Rose" di Bridget Foley. Ringrazio la casa editrice E/O Edizioni per il gentile e graditissimo omaggio.
Questo è un libro intelligente, particolare e che cattura l'attenzione del lettore.
Ho trovato originale l'idea di fondo. La protagonista, Rose, una trentenne che vive sospesa tra la vita reale e quella che si sviluppa nel mondo del sogno. Perché lì, nell'universo onirico la aspetta da sempre Hugo.
Hugo è una proiezione, un bambino che ha albergato nei suoi sogni, che poi è diventato ragazzo, poi uomo. Con lui Rose vive straordinarie avventure in posti di pura fantasia, dove la sabbia è rosa e in fondo al mare c'è una botola segreta.
Rose trova tanto eccitanti le avventure vissute con Hugo, che la vita scivola nella routine e talvolta dimentica il valore delle piccole cose. Smette di dare attenzioni a suo marito, è stanca delle richieste dei figli, è annoia da tutto. Ma per fortuna ci sono i sogni a restituirle l'incanto dell'infanzia.
Ma accade qualcosa che spezza il finto equilibro della protagonista. Dopo una partita di calcio (annullata) dei figli, al casello di un fastfood, Rose incontra qualcuno:  Hugo. Lui non è più solo immaginazione, ma realtà che mette in discussione ogni cosa.
Cosa sarà ora della vita di Rose?
Comincio con l'esprimervi la mia ammirazione per lo stile di questa autrice che è un vero ricamo, sfiora la poesia e sapete quanto ami prose come queste.
Ammetto che a tratti la mia attenzione è calata, in quanto l'autrice si è spesso dilungata in periodi ai quali avrei dato meno spazio. Ma per il resto, ho trovato la lettura scorrevole e  senza intoppi.
Devo dire di non aver particolarmente amato la caratterizzazione di Rose, benché sia stata magistrale, insieme a quella degli altri personaggi. Questo perché ho trovato la protagonista poco sensibile davanti alla bellezza della vita vista nei piccoli gesti di ogni giorno. L'ho vista distaccata e quasi anaffettiva, in relazione a un marito come Josh che le offre il mondo in cambio di attenzioni. Questo perché forse i sogni sono tanto belli e perfetti che la realtà non ne regge il confronto.
Ho molto apprezzato questo romanzo e l'ho divorato. È stata una lettura che mi ha arricchito e sono certa che apprezzerete quanto me la penna della Foley. 
1/2