martedì 4 agosto 2015

Recensione: Le leggende di Ferhaven - Antologia


AA.VV.
Le leggende di Ferhaven (2015)
Specchio Nero
pagg. 166
euro 12,00
ISBN 978-88-940275-1-8
Dalle antiche lande di Nethariell ai gelidi fiordi di Valhakir, dal Mare del Crepuscolo alle distese sabbiose delle Balakhad, dalle rovine perdute degli Eletti alla città sacra di Helthor: le Terre Antiche si dispiegano di fronte al viaggiatore come un vasto e variopinto mosaico creato dal ferro e dalla magia, dal sangue di molti popoli e dagli Antichi Custodi, i draghi delle origini. Prima che il Sole di Alur sorgesse, prima che il Portatore del Sigillo salisse sull'erta scala del Grande Tempio di Hérion, altri uomini, esseri straordinari e creature mitiche solcarono ogni terra e ogni mare, altri eroi lasciarono il proprio segno e il marchio del destino sul più conosciuto dei continenti. Quelle racchiuse fra queste pagine sono le storie di alcuni di loro: maghi e guerrieri, uomini ed elfi, draghi e nani, che hanno fatto grande la storia del mondo di Ferhaven. Che ogni leggenda abbia inizio...


Alessandro Fusco — Le Torri del Silenzio

Alex Goetling — La cosa più preziosa

Andrea Paiusco — La pietra nera

Aurora Evans — La Tigre di Valhakir

Fabrizio Corselli — Il canto di Larenth Frangifuoco

Matteo Facchini — La caduta di Eltárill

Monica Serra — Le sabbie delle Balakhad

Nagra Demaria — La seguace di Rosanera

Roberto Riccioli — Chi trova un goblin, trova un tesoro

Stefano Rizzi — Fuoco di vendetta



Inoltre il volume contiene dei disegni a colori:

Elisa Urbinati — La strega di Athariell

Ilaria Marino — Beldimion e Trappola

Livia De Simone — Nethariell e Vyrkris

Sandara Tang — L'alba di Táras

Valentina Liviero — Niluvah Yel Tèlveanor

Cari lettori,
perdonatemi ma il caldo e le varie stesure mi impediscono di recensire in tempi brevi.
Questa sera un fresco venticello mi ha solleticato mentre ero seduta in balcone e così ho deciso di accantonare un istante il libro in lettura e dedicarmi a questa recensione.
Vi dico già che mi ritengo fortunata di aver letto questa raccolta in formato cartaceo. E ringrazio il curatore e collega Alessandro Fusco per il gentile omaggio. 
Ciò che balza subito all'occhio è l'alta qualità delle illustrazioni che impreziosiscono il testo. Una più bella dell'altra.
I racconti sono dieci e tengono compagnia al lettore conducendolo in una dimensione fatta di miti e leggende, che prendono origine dal variegato mondo di Ferhaven ideato Alessandro Fusco. 
Ogni storia è diversa in fatto di ambientazione, tema e scelta dei personaggi. Nani, elfi, draghi, orchi, goblin e maghi sono solo alcune delle figure che troveremo in questa raccolta, insieme a prodi guerrieri.  Mito e magia si intrecciano offrendo al lettore il gusto delle buone letture fantasy tradizionali che hanno ritagliato uno spazio nella nostra immaginazione. 
Ecco, mi è sembrato di tornare quasi nella Terra di Mezzo. Ogni racconto mi ha lasciato qualcosa. Ciascuno è scritto con uno stile scorrevole, qualcuno è più ricco, qualcun altro più asciutto. Ma tutti sono ben scritti e per quanto mi riguarda, hanno appagato le mie aspettative iniziali. 
Bellissime le diverse ambientazioni che suggeriscono immagini vivide e catapultano il lettore in un batter d'occhio. 
Ho molto apprezzato il racconto di Fusco. Non molti sono i racconti sui nani e sono contenta che l'autore abbia scelto questa figura, benché io sia un'eterna amante degli elfi. Ho apprezzato anche Il canto di Larenth Frangifuoco. 

Quindi, amanti del fantasy, tuffatevi in queste dieci avventure che sapranno regalarvi emozioni.
Ho divorato la raccolta in una giornata e l'ho molto apprezzata. Sono certa che piacerà anche a voi.
I miei complimenti a chi ha ideato l'ambizioso e riuscitissimo progetto, agli autori e agli illustratori.
Cinque calamai meritatissimi.