mercoledì 18 febbraio 2015

Uscite gel 18 Febbraio.



"Il bacio più breve della storia" di Mathias Malzieu 


18 FEBBRAIO
“I tuoi occhi sono troppo grandi, quando ridi, dentro ci si vede il cuore.”
Parigi, una sera al théâtre du Renard, l'orchestra suona "It's now or never". Una ragazza misteriosa e sfuggente si aggira, lui la nota, cerca in ogni modo di avvicinarla e, quando ormai tutto sembra impossibile, si trovano faccia a faccia e si baciano. Un bacio minuscolo, il più piccolo mai registrato, e lei scompare. Invisibile, si allontana. Un mistero anche per un inventore come lui che, seppur di indole tendenzialmente depressa, è determinato a rivedere l'eterea e vulnerabile creatura che lo ha ammaliato. Inizia così una ricerca serrata in cui sarà affiancato da due bizzarri personaggi: un detective in pensione, che ha tutto l'aspetto di un orso polare, e il suo stravagante pappagallo. Le invenzioni si susseguono e qualcosa di molto goloso e originale aiuterà il protagonista nel suo scopo. Ormai è chiaro, fra i due è scoccata una scintilla, si è prodotto un cortocircuito. Ma in amore gli artifici non bastano, servono coraggio e temerarietà, doti che entrambi dovranno conquistare se vorranno trovarsi e abbandonarsi l'uno all'altra.

Pagine 128
Euro 12,00
Traduttore: Cinzia Poli

"La ragazza scomparsa - Il terzo caso del giovane Sherlock Holmes" di Shane Peacock 


18 FEBBRAIO
“Accade in pieno giorno. Victoria Rathbone, quattordici anni, scende dalla sua lucente carrozza lungo la Rotten Row per l’ultima ostentazione di eleganza della stagione e si avvicina alla folla che osserva i ricchi della città. Finge di approfittare dell’occasione per sgranchire le gambe, ma in realtà è infastidita di non far davvero parte di quella parata serale di belle donne e uomini eleganti. Vorrebbe sfoggiare il suo nuovo abito scarlatto. ‘Non la vediamo signorina!’ urla qualcuno. Lei si avvicina. Dalla folla spuntano due braccia robuste e l’afferrano. Victoria scompare fra la gente risucchiata come un anatroccolo da un mulinello d’acqua.”
Quando la giovane e ricca figlia di un ministro di Sua Maestà viene improvvisamente rapita durante una parata a Hyde Park, Sherlock ancora una volta è spinto a dimostrare di essere se stesso. In una gara drammatica contro il tempo. Complicato come il labirinto che circonda il luogo misterioso dove è stata nascosta la ragazza, questo caso porta il giovane investigatore dalla campagna inglese alla costa, per poi approdare nella tana di pericolose creature. Tormentato dai ricordi della sua famiglia ormai distrutta e pungolato dai nemici, Sherlock compie un errore quasi fatale ma alla fine il suo intuito brillante porta alla soluzione del mistero. Presto, molto presto il mondo saprà che Sherlock Holmes è il più grande di tutti i detective.

Pagine 272
Euro 14,00
Traduttore: Edy Tassi

Serie "The Boy Sherlock Holmes":
1- L'occhio del corvo
2- L'ultimo volo
3- La ragazza scomparsa
4- The secret fiend (Inedito in Italia)
5- The dragon turn (Inedito in Italia)
6- Becoming Holmes: The boy Sherlock Holmes, his final case (Inedito in Italia)

"L’amico scrittore - Conversazione con Fabio Gambaro" di Daniel Pennac 


18 FEBBRAIO
Dietro le quinte di un grande scrittore.
Un libro in forma d’intervista in cui Daniel Pennac ripercorre la sua carriera di scrittore, dai primi noir della serie di Benjamin Malaussène fino a Storia di un corpo, passando per Come un romanzo, Ecco la storia e Diario di scuola. Un’incursione nell’officina del popolare romanziere, tra ricordi e riflessioni, in cui Pennac si esprime – oltre che sulla genesi e i caratteri delle sue opere – sul mestiere dello scrittore, la lingua, il teatro, la lettura, la scuola, la cultura, la famiglia, la politica e l’Europa. E dopo i famosi “dieci diritti del lettore”, prova a tracciare la mappa dei possibili diritti dello scrittore, a cominciare da quello fondamentale della libertà di scrittura.

Pagine 224
Euro 15,00

"Origin" di Jennifer L. Armentrout 


18 FEBBRAIO
Mi fermai al centro della cella e chiusi le palpebre. Subito mi apparve il viso di Katy e, senza nemmeno sforzarmi, rividi l’orrore nei suoi occhi, scuri come un cielo in tempesta, nell’istante in cui aveva capito di essere intrappolata dall’altra parte. La parte sbagliata.
Salutato dai lettori americani come il “romanzo della svolta”, "Origin" stupirà tutti i fan della serie con i suoi sensazionali colpi di scena: un libro imperdibile.
Sono passate trentuno ore, quarantadue minuti e venti secondi da quando le porte del quartier generale di Dedalo si sono chiuse, separando Daemon da Katy, rimasta nelle mani del nemico. E la rabbia che il giovane alieno sente bruciare dentro cresce a ogni istante, facendo tremare le pareti della cella in cui i suoi stessi compagni lo hanno rinchiuso per impedirgli di andare a salvare Katy: una follia che metterebbe a rischio la sua vita e la sicurezza dell’intera comunità dei Luxen. Ma Daemon sa che niente e nessuno potrà mai tenerlo lontano dalla ragazza che ama: anche se questo significasse radere al suolo tutto il suo mondo. Katy, intanto, può solo cercare di sopravvivere. Tenuta prigioniera e sottoposta a misteriosi test, entra in contatto con gli uomini di Dedalo, scoprendo scenari finora insospettabili che mettono in crisi tutte le sue certezze. È davvero possibile conoscere fino in fondo quelli che ami? Chi sono i cattivi? Dedalo? Gli umani? O magari gli stessi Luxen?

Pagine -
Euro 12,00

Serie "Lux" : 
0.5 - Shadows (Prequel)
1- Obsidian
2- Onyx
3- Opal
4- Origin
5- Opposition (Giugno 2015)

"Cade la terra" di Carmen Pellegrino 


18 FEBBRAIO
Un romanzo importante perché tutti ci portiamo dentro un piccolo paese abbandonato. 
Alento è un borgo abbandonato che sembra rincorrere l’oblio, e che non vede l’ora di scomparire.
Il paesaggio d’intorno frana ma, soprattutto, franano le anime dei fantasmi corporali che Estella, la protagonista di questo intenso e struggente romanzo, cerca di tenere in vita con disperato accudimento, realizzando la più difficile delle utopie: far coincidere la follia con la morale.
Voci, dialoghi, storie di un mondo chiuso dove la ricchezza e la miseria sono impastate con la stessa terra nera. Capricci, ferocie, crudeltà, memorie e colpe di un paese di “nati morti” che si tormenta nella sua più greve contraddizione: voler essere strappato alla terra pur essendone il frutto.
Cade la terra è un romanzo che acceca con la sua limpida luce gli occhi assonnati dei morti: sembra la luce del tribunale della storia, ma è soltanto il pietoso tentativo di curare le ferite di un mondo di “vinti”, anime solitarie a cui non si riesce a dire addio perché la letteratura, per Carmen Pellegrino, coincide con la loro stessa lingua nutrita di “cibi grossolani”. Seppellirli per sempre significherebbe rimanere muti.
Ma c’è orgoglio e dignità in queste voci, soprattutto femminili. Tornano in mente le migliori pagine di Mario La Cava, Corrado Alvaro e Silvio D’Arzo: prose appenniniche petrose ed evocative, come di pianto riscacciato in gola, la presa d’atto dell’impossibilità d’ogni epica.
Cade la terra è tassello romanzesco importante della grande letteratura meridionale novecentesca. Che venga pubblicato ora, in altro secolo, è solo la dimostrazione che gli orologi non sempre indicano l’ora esatta.
(Andrea Di Consoli)

Con Carmen Pellegrino "l’abbandonologia" diviene scienza poetica. Ora questo modo particolare di guardare le rovine, di cui molto si è parlato sui giornali e su internet, ha il suo romanzo: questo. 

Pagine 224
Euro 14,00

"Il caso Leavenworth" di Anna Katherine Green 


18 FEBBRAIO
Voce narrante ne Il caso Leavenworth è un giovane, impetuoso avvocato di New York di nome Everett Raymond. Lo studio Raymond rappresenta il ricco magnate Horatio Leavenworth, che all’inizio del libro viene trovato morto per una ferita da arma da fuoco nella sua biblioteca personale sulla 5th Avenue. L’angolazione del proiettile esclude il suicidio e tutti i sospetti ricadono su chi frequenta abitualmente la mansion. Il palazzo dorato viene presentato come se fosse la versione newyorkese di una casa di campagna inglese, zeppa di maggiordomi invadenti, cameriere irlandesi, nipoti bellocce, milionari eccentrici e solitari. Chi deve andare a fondo nella faccenda è il detective Ebenezer Gryce, lugubre ma infaticabile, tormentato dalla gotta ma sardonico, a cui nessuno – secondo l’avvocato Raymond – affiderebbe mai un caso da risolvere. La Green descrive lucidamente il puzzle del caso Leavenworth finché l’ultimo pezzo non è al suo posto, aprendo la narrativa del tempo all’ingresso in campo delle donne nel segno del giallo.

Pagine 336
Euro 18,50

"Theo" di Paul Torday 


18 FEBBRAIO
John Elliott è stato appena nominato nuovo vicario di St. Joseph, una chiesa fatiscente con le mura crepate, un tetto che fa acqua da tutte le parti e una congregazione di appena sedici membri. La sua nomina è avvenuta più per scarsità di candidati che per raggiunti meriti spirituali, e tanto meno per l’arrivo di prestigiose chiamate dall’alto. Padre Elliot è un prete disilluso, che negli ultimi anni ha tolto sempre più puntelli alla salda fede di un tempo. Ma il nuovo incarico sembra dargli nuovi stimoli. Spinto da un rinnovato e vigoroso senso di responsabilità, decide di dare un po’ di vita alla grigia quotidianità della parrocchia. Comincia con l’organizzare lunghe, interminabili colazioni per i congregati, poi mette in piedi una vendita di torte… Fino al giorno in cui Theo, alunno di una scuola elementare, rivela alla comunità gli strani segni sulle mani e sui piedi che da qualche tempo appaiono per scomparire misteriosamente subito dopo. Cosa sono questi segni? Qualcuno commette violenze sul ragazzo o si tratta di un miracolo? E perché il precedente vicario è finito in un ospedale psichiatrico?

Pagine 192
Euro 16,50

"Il leopardo delle nevi" di Matthiessen Peter 


18 FEBBRAIO
Nell'autunno del 1973 l'autore, in compagnia dello zoologo e naturalista George Schaller, percorse a piedi più di 250 miglia nel cuore della regione himalayana del Dolpo, l'ultimo baluardo rimasto dell'autentica civiltà tibetana. I due viaggiatori cercavano il leopardo delle nevi dell'Asia del nord, una creatura così poco avvistata da essere diventata quasi mitica. Pubblicato per la prima volta nel 1978, è il racconto di un viaggio avventuroso tra le gole profonde e le montagne del Tibet, ma è anche un racconto sulla vita e la morte, sul rapporto con la natura e sul senso dell'esistenza. Al viaggio e alla ricerca del mitico animale, si affianca un viaggio più significativo, quello alla ricerca dell'essenza della vita.

Pagine 352
Euro 9,00

"Virginia Woolf" di Winifred Holtby 


18 FEBBRAIO
Originariamente pubblicato in Gran Bretagna nel 1932, il libro tratteggia la figura complessa di Virginia Woolf quale scrittrice, critica e saggista. Winifred Holtby compone un memoir profondo e ragionato, che ha la particolarità di essere il commento di una letterata intelligente sul lavoro di una geniale autrice a lei contemporanea. Il risultato e uno studio accurato e carico di passione, che si colloca nel quadro del dibattito sulla scrittura modernista e quella tradizionale negli anni tra il 1920 e il 1930; un’analisi la cui lucidità e attestata dal fatto che nonostante la sua sincera ammirazione, la Holtby non esita a sottolineare i difetti dell’arte di Virginia Woolf, come, ad esempio, lo stile ricercato che rispecchia una mancanza di consapevolezza delle condizioni materiali della vita quotidiana e pertanto difetta della responsabilità sociale di cui un romanzo dovrebbe essere portatore. Winifred Holtby, che ha avuto il vantaggio di conoscere e confrontarsi direttamente con la protagonista della sua ricerca, scrive cosi un apprezzamento sincero che non diventa mai esaltazione; il libro che più di ogni altro rivela la vera Virginia Woolf.

Pagine 260
Euro 17,50

"Dinosauri" di Giorgio Specioso 
18 FEBBRAIO
Una rappresentazione distopica del mondo del lavoro, capace di coniugare Kafka e Hitchcock con sublime e tragica ironia.
Il primo sorprendente Grande Evento Nebbioso ha aperto un varco temporale sugli anni Settanta: le strade sono invase da paccottiglia colorata e vecchia ferraglia. Qualcuno ne ride, altri ne fanno un’ossessione. Che cosa è accaduto?
Due anni dopo un secondo Grande Evento Nebbioso chiuderà l’innocuo buco temporale sugli anni Settanta per aprirne uno drammatico sulla Preistoria: enormi bestie estinte da milioni di anni avanzano inarrestabili. Eppure, sono in molti a fingere che nulla stia accadendo, e fra questi Beniamino Bosco, il quarantacinquenne protagonista del romanzo. Beniamino abita una città senza nome, lotta per una promozione in un ufficio di colleghi-rivali, fa sesso occasionale, è marito e padre distratto. I suoi unici meriti sono cercare un rapporto con il figlio che non gli parla e fare tera-pia di coppia per tentare di salvare il matrimonio. Quando il Bollettino radiofonico lo informa che la minaccia preistorica è alle porte della città, finalmente prende coscienza di sé, della sua famiglia e del pericolo. Forse c’è ancora una possibilità di salvezza: Silvano Deschi, lo psicoterapeuta che lo segue, ha fatto costruire nel giardino della sua villa-studio un bunker dove accogliere i pazienti che ha in cura. Nel finale, Beniamino avrà un’occasione di riscatto che proverà a cogliere con il più semplice dei gesti.

Pagine 224
Euro -



  *Fonte 
 http://www.reginlaradiosa.it/