mercoledì 11 febbraio 2015

Uscite dell'11 febbraio

"L'anello dei Faitoren" di Emily Croy Barker 
11 FEBBRAIO
Un romanzo pieno di amore e crudeltà, per adulti e ragazzi, dove la magia è protagonista assoluta. Una storia che ha l'atmosfera della fiaba classica e il passo epico del fantasy contemporaneo.
E se bastassero poche, enigmatiche parole a trasformare una ragazza molto delusa in una creatura dai poteri eccezionali? Nora Fischer non ha mai pensato di possedere doti straordinarie o di essere destinata a grandi cose. Anzi, da quando il fidanzato l'ha lasciata e la speranza di una promettente carriera universitaria è svanita nel nulla, è convinta di valere ben poco. Finché un giorno, dopo una festa in campagna, si imbatte in una vecchia lapide su cui legge alcuni versi dal significato oscuro. Pochi istanti e Nora stenta a riconoscere il luogo in cui si trovava fino a una attimo prima: davanti a lei si staglia un maestoso palazzo circondato da un parco lussureggiante, e una donna vestita di bianco la accoglie con entusiasmo. Nora non sa ancora di trovarsi al cospetto di Ilissa, la potente regina di Faitoren. Trascinata in un turbinio di feste, passeggiate a cavallo e cene fastose, coperta di splendidi abiti e gioielli, Nora diventa la donna seducente e irresistibile che ha sempre sognato di essere: la compagna ideale per il bellissimo principe Raclin, che la chiede in sposa. Ma qualcosa stride in quell'universo perfetto. C'è un pericolosissimo sortilegio da sciogliere, quello dell'anello che Raclin ha messo al dito di Nora.
UNA GIOVANE DONNA IMPRIGIONATA IN UN MONDO GOVERNATO DALLA MAGIA.
L'UNICO MODO PER SOPRAVVIVERE: IMPARARE A DIFENDERSI CON LE STESSE ARMI.

Pagine 624
Euro 16,00
"Con il vento verso il mare" di Guus Kuijer 
11 FEBBRAIO
Il padre di Polleke ha aperto un centro di meditazione e tutti sono contenti che lui abbia finalmente trovato un equilibrio e anche un lavoro. Peccato solo per quella testa rasata e la tunica arancione, dei quali Polleke si vergogna un po'. Inoltre la ragazzina è ancora arrabbiata con la ex migliore amica Caro e l'ex fidanzato Mimùn: nel terzo episodio della serie li aveva sorpresi a baciarsi. Il maestro li invita a far pace e l'amica Consuelo li aiuta con un rito messicano, ma Polleke non è per niente convinta. La brutta notizia che arriva a turbare questo quarto episodio è che il nonno è ammalato e dev'essere ricoverato per accertamenti. Polleke naturalmente è molto preoccupata e, quando il nonno viene dimesso dall'ospedale, è così sollevata e contenta da perdonare finalmente Caro e chiedere a Mimùn di tornare con lei. Nel frattempo, è arrivato il giorno del matrimonio della mamma e del maestro, tanto discusso e più volte rimandato: dovrà essere una festa perfetta! Età di lettura: da 9 anni.

Pagine 112
Euro 9,00
"Atti osceni in luogo privato" di Marco Missiroli 
11 FEBBRAIO
Non ero più vulnerabile per me stesso, ero fragile per noi. Passavo dalla prima persona singolare alla prima persona plurale. Il sentimento per lei custodiva i miei atti osceni.
Questa è una storia che comincia una sera a cena, quando Libero Marsell, dodicenne, intuisce come si può imparare ad amare. La famiglia si è da poco trasferita a Parigi. La madre ha iniziato a tradire il padre. Questa è la storia, raccontata in prima persona, di quel dodicenne che da allora si affaccia nel mondo guidato dalla luce cristallina del suo nome. Si muove come una sonda dentro la separazione dei genitori, dentro il grande teatro dell’immaginazione onanistica, dentro il misterioso mondo degli adulti. Misura il fascino della madre, gli orizzonti sognatori del padre, il labirinto magico della città. Avverte prima con le antenne dell’infanzia, poi con le urgenze della maturità, il generoso e confidente mondo delle donne. Le Grand Liberò – così lo chiama Marie, bibliotecaria del IV arrondissement, dispensatrice di saggezza, innamorata dei libri e della sua solitudine – è pronto a conoscere la perdita di sé nel sesso e nell’amore. Lunette lo porta sin dove arrivano, insieme alla dedizione, la gelosia e lo strazio. Quando quella passione si strappa, per Libero è tempo di cambiare. Da Parigi a Milano, dallo Straniero di Camus al Deserto dei Tartari di Buzzati, dai Deux Magots, caffè esistenzialista, all’osteria di Giorgio sui Navigli, da Lunette alle “trentun tacche” delle nuove avventure che lo conducono, come un destino di libertà, al sentimento per Anna. Libero Marsell, le Grand Liberò, LiberoSpirito, è un personaggio “totale” che cresce con noi, pagina dopo pagina, leggero come la giovinezza nei film di Truffaut, sensibile come sono sensibili i poeti, guidato dai suoi maestri di vita a scoprire l’oscenità che lo libera dalla dipendenza di ogni frase fatta, di ogni atto dovuto, in nome dello stupore di esistere.

Pagine 256
Euro 16,00
"Amore colpevole" di Sofja Tolstaja 
11 FEBBRAIO
Il destino di Sof’ja Tolstaja (1844-1919), moglie di Lev Tolstoj, fu quello di vivere all’ombra di un uomo di genio, come spesso accade a una donna di talento. Sof’ja bruciò la sua prima novella (che impressionò Lev per la sua «forza di verità e semplicità») e decise di dedicare tutta la vita al marito, divenendo non solo una devota compagna e madre dei suoi figli, ma anche un’attenta lettrice delle sue opere che corresse e trascrisse per lui. Del 1893 è invece Amore colpevole, in cui Sof’ja risponde a Tolstoj e alla sua spietata analisi del matrimonio contenuta nella Sonata a Kreutzer. È la gelosia il Leitmotiv, che corrode dapprima la fiducia e poi genera disprezzo. Ma Sof’ja non incolpa una delle due parti, bensì restituisce dignità a entrambe esplorando con finezza psicologica l’animo umano.

Pagine 196
Euro 12,00