sabato 21 giugno 2014

Mariolina Venezia - La volpe meccania





Autore: Mariolina Venezia

Titolo: La volpe meccania

Casa editrice: Bompiani

Anno: 2014

ISBN: 9788845276897

Pagine: 94

Formato: cartaceo; eBook

Genere: Gialli, Gialli, horror e noir







TRAMA

Una donna racconta di sé. E della passione bruciante per un uomo più giovane di lei, che finalmente lascia il segno in un’esistenza grigia, imprigionata in un matrimonio deciso a sangue freddo. Descrive nei dettagli i loro incontri, i baci, i più riposti segreti della loro intimità. Lasciando sullo sfondo lo scenario in cui si svolge la storia, ripercorre la sua vita e le sue molte ombre alla ricerca del punto di non ritorno. Voleva fare l’attrice, un tempo, e ne avrebbe avuto tutti i numeri, se non fosse intervenuta a sbarrarle la strada un’inesorabile vocazione al fallimento. Testimoni o complici, la seguiamo nei labirinti della sua mente, attraverso le ambigue proiezioni dell’arte e dell’amore. Assistiamo come dal buco della serratura a giochi erotici sempre più mozzafiato, in uno sconcertante thriller dei sentimenti, all’inseguimento di una verità che trascende i fatti e diventa un’indagine esistenziale. Ma il giovane commissario incaricato di risolvere il caso nel quale la protagonista si trova coinvolta arriverà a conclusioni inattese. Mariolina Venezia costruisce un noir dal ritmo incalzante, con una scrittura precisa come una lama che seziona eventi e caratteri riducendoli all’osso, in un tango freddo e appassionato di amore e morte.


AUTORE

Mariolina Venezia è nata a Matera e vive a Roma. Ha pubblicato diversi libri di poesie in Francia. Nel 2007 ha vinto il Premio Campiello con la saga familiare Mille anni che sto qui. Fra le sue opere più recenti, i polizieschi Maltempo e Come piante tra i sassi.


LE MIE IMPRESSIONI

Conosciamo già l’intelligente penna di Mariolina Venezia, per l’opera “Mille anni che sto qui”. In "La volpe Meccanica" si avverte però, un calo. Probabilmente non avremmo immaginato l’autrice, cimentarsi in questo genere. 
Tuttavia, nel complesso trovo questo noir per delineato. Tutto fila sotto l’occhio del lettore, lasciandone appagate le curiosità.
Lo stile è fluido, pulito, diretto. E allora stesso tempo, ho notato una sorta di eleganza felina che serpeggiava lungo alcuni periodi.
La volpe meccanica è una donna, che desidera spogliarsi della propria opprimente routine. Si innamora del cognato, più giovane di lei, facendola precipitare in un vortice di passione e contrastanti emozioni.
Questa donna è intelligente, furba, riflessiva, talvolta fatua. Caratteri in contrapposizione, per delineare una personalità forte e ben definita. 
L’eros raccontato in questo libro, non lascia certo spazio all'immaginazione.
Se siete a caccia di emozioni forti, apprezzerete questo libro. 


Il mio voto: