martedì 27 maggio 2014

Afterlife - Stephanie Hudson

AUTORE

Stephanie Hudson, appassionata di libri fin dalla più tenera età, non si è lasciata intimidire dalla dislessia e ha iniziato a scrivere poesie, lasciandosi poi sedurre dal genere horror e romance.
Quando non scrive, passa il tempo a giocare con Milo, il suo adorabile e sonnacchioso levriero scozzese, a parlare con sua sorella Cathy e a farsi coccolare dal marito Rob, il suo vero eroe. Afterlife è il suo primo romanzo.


TRAMA

Fuggire dall’Inghilterra è l’unico modo che ha Keira per tagliare definitivamente i ponti con il passato che la perseguita. Così decide di trasferirsi negli USA dove raggiunge sua sorella e il cognato, a Evergreen Falls, nel gelido New Hampshire, per riprendere l’università e per intrecciare nuove amicizie. Quando poi le viene offerto un lavoro in uno dei locali più esclusivi della città, l’Afterlife, gestito da una ricchissima famiglia, i Draven, si convince che la fortuna ha finalmente iniziato a girare dalla sua parte. Almeno fino a quando non incontra il proprietario del nightclub, il tenebroso e sprezzante Dominic Draven, l’uomo che da qualche tempo popola i suoi sogni più intimi: il ragazzo è tanto scostante nella realtà quanto premuroso nei suoi sogni. Da quel momento, Keira viene risucchiata in un mondo di cui non sospettava l’esistenza, fatto di creature maligne e di angeli, ma che la attrae come un’ossessione. E più il sentimento che la lega a Dominic cresce, più sarà difficile per lei decidere se fidarsi e rimanere o scappare dalla follia che la consuma.


LE MIE IMPRESSIONI

Sono stata da subito affascinata dalla trama e dalla bella cover di questo libro (una delle più accattivanti al momento). Le opinioni in merito erano alquanto discordanti, così ho ritenuto opportuno accantonarle e formularne una personale.
L’eroina di questo libro è Keira, giovane studentessa che dalla verdeggiante Inghilterra, finisce in America, A Evegreen Fall. Si trasferisce a casa della sorella Olivia (Libby) e del marito Frank, il quale le trova da subito un lavoro in un pub. L’Afterlife. Proprietario di questo locale, il sexy Draven. Non vi sarà difficile immaginare che Keira e Draven intrecceranno un’intensa storia d’amore.
I due personaggi sono ben connotati, anche se per certi versi, stereotipati. Ciò che rende diversa Keira, è il suo passato tormentato, la sua crescita interiore.
Benché lo stile sia scorrevole, inizialmente stentavo a proseguire. La routine di Keira mi è sembrata fin troppo lenta. Dopo le prime 100 pagine, il ritmo diventa più sostenuto.
A metà del libro, accade qualcosa di inaspettato. Il velo che aleggiava sulle atmosfere e i personaggi, si incupisce, ti tinge di nero.
Sì, le atmosfere diventano Dark e l’amore tra i due protagonisti diventa più passionale, torbido per certi versi.  In effetti, credevo che questo libro fosse uno YA, ma mi sono ricreduta leggendo le accurate e dettagliate scene di sesso.
Affiorano segreti e rivelazioni e l’attenzione viene catturata all’amo. Lo stile diventa incalzante e si ha voglia di leggerlo fino alla fine.
Come spesso scritto nelle mie precedenti recensioni, amo i ricami e le fioriture nelle parole. Qui sono poco presenti e il linguaggio è come filtrato, pulito, diretto. Ma molto piacevole. 
Consigliato. ;)




Editore: De Agostini
 Formato: Rilegato
Pubblicato:  25/03/2014
Pagine:  608
Lingua: Italiano
 ISBN-13 9788841896495



Il mio voto: