venerdì 18 aprile 2014

Tenebre e ghiaccio. The Grisha Trilogy - Leigh Bardugo

AUTORE

Leigh Bardugo è nata a Gerusalemme, cresciuta a Los Angeles, e si è laureata alla Yale University.

Ha lavorato nel campo della pubblicità, del giornalismo, e più recentemente, si è avvicinata al trucco e agli effetti speciali.

Attualmente lei  vive e scrive a Hollywood, dove la si può occasionalmente sentire cantare con la sua band.


TRAMA

Circondata da nemici, quella che un tempo era la potente nazione di Ravka è ora un regno diviso dai conflitti e letteralmente tagliato in due dalla Distesa, un deserto di impenetrabile oscurità, brulicante di mostri feroci e affamati. Alina Starkov è sempre stata una buona a nulla, un'orfana il cui unico conforto è l'amicizia dell'amico Malyen, detto Mal. Eppure, quando il loro reggimento viene attaccato dai mostri e lui resta ferito, in Alina si risveglia un potere enorme, l'unico in grado di sconfiggere il grande buio e riportare al paese pace e prosperità. Immediatamente viene arruolata dai Grisha, l'élite di maghi che, di fatto, manovra l'intera corte, capeggiata dall'affascinante mago Oscuro. Ma al sontuoso palazzo, dove gli intrighi e il lusso dei balli è tale da stordire e confondere, niente è ciò che sembra, e Alina si ritroverà presto ad affrontare sia le tenebre che minacciano il regno, sia quelle che insidiano il suo cuore.


LE MIE IMPRESSIONI

Ho acquistato questo libro perché incuriosita dalla copertina e nondimeno dal titolo.
Ho iniziato a leggere le prime pagine e ho subito trovato originali le metafore e le immagini usate.
Dopo qualche pagina l’attenzione è calata. Non saprei dirvi il motivo. Ma ho smesso di esserne attratta.
I luoghi prima descritti in maniera impeccabile, hanno lasciato posto a lande indefinite e difficili da immaginare. Anche la presenza di molti nomi in gergo Grisha, hanno distolto dall'attenzione. Nomi così difficili da pronunciare e da ricordare, da doversi soffermare sul capoverso, solo per quelli.
Ho anche trovato difficoltà all'inizio a collocare temporalmente la vicenda. Ma dopo i primi cinque capitoli, tempo  e spazio sono venuti da sé e si sono svolti come fogli di pergamene nella mia immaginazione.
Smussati tutti gli scogli, ho trovato una scrittura scorrevole, ricercata, incalzante,  intelligente.
Sì, ho apprezzato lo stile della Bardugo. 
Non vi nascondo di aver immaginato di essere con Alina, per quasi tutto il tempo. Ho sentito gli odori, ho sentito il freddo, ho avvertito la Luce. 
Ottima la caratterizzazione dei personaggi e finalmente come protagonista, non la classica bella di turno, ma una ragazza fragile che compie un viaggio evolutivo all’interno del libro. Una sorta di percorso iniziatico.
Alina è una ragazza che affronta i suoi demoni, affronta se stessa e diventa una potente Grisha.
Avrà nemici e alleati e imparerà a guardarsi da entrambi.
E' lasciato spazio anche al romanticismo e il cuore di Alina sarà per un po’ messo alla prova.
La trama è avvincente, anche se in certi punti l’attenzione è altalenante.
Mi aspettavo forse un po’ di più dal finale, ma è giusto che il lettore rimanga in sospeso, in attesa dei volumi successivi.
Li acquisterò? Sì.
Voglio conoscere la sorte di Alina e Mal, voglio sapere cosa ne sarà dell’Oscuro e se finalmente la Luce trionferà in quelle Terre.
Lo consiglio agli amanti del fantasy e delle ambientazioni distopiche.
Non perdetevi l'occasione di leggerlo. 



Editore Piemme

Collana Freeway
Formato Rilegato

Pubblicato  14/10/2013
Pagine  283

Titolo Originale Shadow and Bone

Lingua Originale Inglese
ISBN-13 9788856624663



Traduttore F. Bonetti

Costo  17,00 euro