mercoledì 30 aprile 2014

Ophelia e le Officine del Tempo - Emanuela Valentini

AUTORE

Le cose che preferisce fare sono leggere, scrivere, preparare dolci per regalarli, fare fotografie.
Adora i classici della letteratura ottocentesca per lo stile inimitabile e i temi trattati, ma legge di tutto. Crede nel potere educativo e curativo dei libri, delle parole. Scrivere, per lei, è essenziale come il respiro. Da qualche mese è entrata a fare parte della Redazione di Speechless. Autrice di strane storie. Il 7 marzo 2013 ha visto la luce della pubblicazione, con il marchio GeMS, l’opera giunta tra i trenta vincitori del Torneo Letterario IoScrittore 2012, Ophelia e le Officine del Tempo.
Il suo racconto “Cronache di un mercante di stelle” selezionato dalla curatrice della Collana Nocturna,  compare nell’antologia per GDS Editore "La biblioteca dell'immaginario".
Il racconto vincitore del concorso Evaporismi 2013, Mersey l'angelo a vapore, può essere letto nell'omonima antologia targata La Mela Avvelenata.
Vincitore del contest Chrysalide 2013 il racconto Dantalian - lo scontro degli Archetipi, si trova nell'antologia firmata Mondadori, scaricabile gratuitamente da Amazon e dai migliori Store.
La bambina senza cuore, una vecchia fiaba, riscritta e curata insieme ad Alessandra Zengo, edita da Speechless Books, è scaricabile gratuitamente da qui: www.labambinasenzacuore.altervista.org


TRAMA

In una Londra distopica e notturna, dove i vicoli stretti e maleodoranti confinano con la maestosa luminosità dei quartieri ricchi e monumentali, qualcuno ha in mano il destino del mondo. All'ultimo piano di un elegante palazzo, il professor Eleazar Borislav Budimir costudisce il bene più prezioso: il tempo.
Nell'indifferenza di una società accecata, il professore compra il tempo dei bambini del ghetto per rivenderlo ai riccastri della città. Ma è inutile comprare quello che si può rubare. E poco importa se la sua folle ricerca condurrà i donatori alla morte e gli acquirenti alla pazzia, gli ingranaggi della scienza sono implacabili e non possono essere fermati. Sullo sfondo di inseguimenti mozzafiato, misteriose macchine volanti e fumosi locali bohémiens, la giovane Ophelia troverà il coraggio per indagare su questo mistero. E mettersi faccia a faccia con il proprio passato.


LE MIE IMPRESSIONI

Credo che ormai sia nota la stima che riservo per questa scrittrice, Emanuela Valentini.
Stima che non fa che crescere a dismisura, dopo ogni pagina.
“Ophelia e le Officine del Tempo” è un libro assolutamente non convenzionale. E’ un vero colpo di genio.
Qui si parla di tempo e non solo. Questo libro fornisce spunti, riflessioni, emozioni. Interessante l’attribuzione del termine Tempo all’Anima. 
Il Tempo si vende, si compra, senza che se comprenda il valore. In realtà, è l’anima l’oggetto di scambio.
Tyler acquistava il tempo. Quando comprende il suo errore, compie un gesto che personalmente non mi sarei aspettata.
E’ un personaggio ricco di sfaccettature, Tyler. E capirete quanto.
Tutti i personaggi di questo libro hanno connotazioni definite, hanno un respiro.
Bellissima Ophelia, giovane donna forte, che in barba alle convenzioni, lavora in un’officina di aeronavi.
Non ha paura di sporcarsi le mani col grasso dei motori, è curiosa, intelligente, indipendente.
Anche se cercherà sempre, suo malgrado, il sostegno di Duncan. Lui è il suo punto di riferimento. E non dico altro, perché questo libro va letto!
I colpi di scena avvengono nel momento giusto, cioè quando non li si aspetta.
Una figura da un passato rimosso riemerge come un’ombra, come un angelo nero. Ma è tutt’altro che un angelo. 
Perfetti i due cattivi, talmente cinici, senza scrupoli e bastardi (passatemi la parola), che non si può non adorarli.
Il Professor Eleazar (l’uomo del Tempo) e la sinuosa e bella Lady Darken, sono perfetti.
Lo stile di Emanuela è sempre impeccabile. Credo che questo sia uno dei libri meglio scritti che abbia letto negli ultimi anni.
L’inizio parte leggermente in sordina. Per i primi capitoli ci si chiede dove sia e chi sia l’Ophelia che compare nel titolo di copertina. Poi arriva, Ophelia, e tutto il libro prende il volo, sul serio.
Inseguimento, suicidi, rapimenti, tutto si sussegue in una rocambolesca lotta, contro il tempo.
Le ambientazioni sono descritte con cura, come se Emanuela ci fosse stata. Probabilmente in una vita parallela la Londra distopica di questo libro, è stata la sua casa.
Emanuela riesce a farci sentire gli odori, le fredde carezze del vento, il suono della neve che crepita sotto le suole. Lei ci mostra le immagini, senza che la nostra mente compia chissà quale sforzo. Perché è la sua parola a donare immagini.
Non posso aggiungere altro perché rischierei di spoilerare qualcosa che vorreste scoprire da soli.
Vi consiglio assolutamente di leggerlo.

Bravissima, Emanuela!




                                                                        

Formato Ebook con Adobe DRM

Editore GeMs, Torneo IoScrittore

Pubblicato  14/03/2013

Lingua Italiano

EAN-13 9788867200313



Il mio voto:



Immagini reperite dal web*